“La taverna di mezzanotte – Tokyo stories vol.2” di Yaro Abe

(BAO Publishing, 2020)

Eccoci di nuovo nella tavola calda più singolare del Giappone dove, attraverso i piatti preparati dal suo enigmatico chef, viviamo le storie intime e personali dei suoi avventori. Alcuni li conosciamo già dal primo volume – e di cui apprendiamo ulteriori segreti e dolori – altri invece sono nuovi.

Dopo “La taverna di mezzanotte – Tokyo stories” Yaro Abe torna col suo noto manga – mangaka – dedicato alla cucina e alla vera anima del Paese del Sol Levante.

A Shinjuku, quartiere assai popoloso di Tokyo, c’è un piccolo ristorante che apre da mezzanotte alla sette del mattino, tutti i giorni, il cui chef è tanto bravo quanto silenzioso. Oltre al menu fisso, il cuoco-proprietario è disponibile a cucinare qualsiasi piatto che i clienti desiderino, basta che abbiano portato gli ingredienti necessari.

Questo secondo volume, che in piena tradizione giapponese – come il primo – si legge da destra a sinistra, contiene nuove trenta ricette, alcune della classica tradizione nipponica e altre ispirate da piatti tipici di altre cucine e “giapponesizzate”.

Anche in questo secondo tomo – che si riallaccia temporalmente al primo – Abe ci racconta in maniera divertente romantica e a volte struggente, attraverso i suoi disegni e le sue didascalie, come le ricette preferite siano in realtà soprattutto dei ricordi legati a momenti indimenticabili, nel bene o nel male, della nostra esistenza.

Un modo davvero singolare e appassionante di entrare nell’anima e nella cultura giapponese.

E’ possibile vedere su Netflix la serie giapponese “Midnight Diner – Tokyo Stories” davvero …gustosa, come i libri da cui è tratta.

“Midnight Diner – Tokyo Stories”

(Giappone, dal 2016)

Tratto dall’ottimo manga “La taverna di mezzanotte” di Yaro Abe, questa serie ci porta in un piccolo ristorante nei pressi di Shinzoku, il quartiere di Tokyo col nodo ferroviario più frequentato al mondo, che apre ogni notte da mezzanotte alle sette del mattino.

Tutti i clienti, sia quelli abituali che quelli nuovi, hanno una ricetta preferita che chiedono allo chef. Attraverso i loro gusti apprendiamo in ogni puntata la loro storia, rimanendo immersi nei sapori e negli odori della cucina giapponese.

Con un cast di noti attori nipponici, questa serie ci parla della cultura e della società giapponese contemporanea che è tanto legata alla propria antica tradizione, così come all’innovazione e alle contaminazioni cosmopolite. E’ disponibile su Netflix (che l’ha co-prodotta) in lingua originale con sottotitoli, cosa che ci aiuta ancora di più ad entrare negli usi e nei costumi di un popolo che sembra così lontano ma che poi in realtà non lo è.

Per gli amanti del buon sapore e delle storie piccole, ma vere.

Lo stesso Yaro Abe ha curato la sceneggiatura di numerosi episodi che, pur riprendendo le atmosfere e le emozioni del suo manga, raccontano vicende differenti. Di questa particolare serie sono state realizzate due stagioni, la prima nel 2016 e la seconda nel 2019, e comunque la serie al momento, fortunatamente, non risulta chiusa.

“La taverna di mezzanotte – Tokyo stories” di Yaro Abe

(Bao Publishing, 2020)

Il giapponese Yaro Abe (classe 1963) è stato per oltre vent’anni un pubblicitario di successo, con nel cassetto sempre l’amore per il fumetto. Nel 2003 ha deciso di dedicare tutto il suo tempo alla sua vera passione e nel 2006 ha pubblicato questo volume che lo ha decretato un autore di manga – mangaka – di successo.

Nei piccoli e stretti vicoli di Shinjuku – uno dei 23 quartieri speciali di Tokyo, e proprio nei pressi del nodo ferroviario più trafficato al mondo, la stazione di Shinjuku appunto – c’è un piccolo ristorante che apre da mezzanotte alla sette del mattino, tutti i giorni. E’ gestito da un silenzioso quanto bravo chef con una vistosa cicatrice sull’occhio destro.

La politica del locale è un menu fisso, ma lo chef è disponibile a cucinare qualsiasi cosa i clienti desiderano a patto di avere gli ingredienti o che gli stessi avventori li forniscano.

Come il classico barista dei locali tipici dei vecchi film, lo chef della taverna di mezzanotte ama ascoltare le storie dei propri clienti mentre prepara e serve il loro piatto preferito. Nel volume, che in piena tradizione giapponese si legge da destra a sinistra, sono contenute trenta ricette con altrettante piccole storie di clienti.

Così, fra gli aromi della prelibata e gustosa cucina giapponese, entriamo nella vita di persone comuni con storie comuni ma certo non banali. Assistiamo a piccole vittorie o a grandi sconfitte, ad amori perduti o ritrovati, a dolori sopiti e a quelli appena inflitti. Una “Commedia Umana” alla Honoré de Balzac in salsa giapponese. E allora forse non è un caso che lo stesso de Balzac scriveva dall’una alle otto del mattino, tutti i giorni…

Da gustare con gli occhi e con il cuore.

Su Netflix è disponibile la serie giapponese “Midnight Diner: Tokyo Stories” deliziosa e saporita come il manga da cui è tratta.