“Tokyo Godfathers” di Satoshi Kon e Shôgo Furuya

(Giappone, 2003)

Gin, Myuki e Hana sono tre senzatetto che vivono ai margini di Tokyo. Il primo è un alcolizzato che ha perso la sua famiglia, la seconda è un adolescente che è scappata di casa dopo aver aggredito il proprio padre poliziotto e il terzo è una Drag Queen con un incontenibile desiderio materno.

Sarà proprio lei, la notte di Natale, a trovare una neonata abbandonata fra i rifiuti. L’amore per la piccolina porterà i tre a cercare di rintracciare la madre, ma strani e drammatici eventi si metteranno sulla loro strada, costringendo ognuno di loro a fare i conti con il proprio passato.

Bellissimo e struggente film che ripercorre al meglio la grande tradizione dell’animazione giapponese, con momenti di vera magia, dedicato a tutti quelli che vivono ai margini.

Altre grande pellicola realizzata da Satoshi Kon come “Paprika – Sognando un sogno” e “Millennium Actress“.

1 pensiero su ““Tokyo Godfathers” di Satoshi Kon e Shôgo Furuya

  1. Pingback: “Paprika – Sognando un sogno” di Satoshi Kon | Valerio Tagliaferri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.