“Il gigante di ferro” di Brad Bird

(USA, 1999)

Prima di approdare alla Pixar per dirigere “Gli Incredibili” e “Ratatouille”, Brad Bird firma questo stupendo cartone animato nel formato tradizionale, tratto dal noto libro per ragazzi “L’uomo di ferro” dell’inglese Ted Hughes.

Nella provincia americana di fine anni Cinquanta, in piena guerra fredda e con l’incubo dell’invasione sovietica, il piccolo Hogarth fa amicizia con un gigante di ferro, probabilmente venuto da un altro pianeta.

Al suo nuovo amico Hogarth insegnerà a parlare la nostra lingua e, soprattutto, a giocare. Ma, come sempre, i problemi li creeranno gli adulti…

Davvero un bella pellicola d’animazione contro ogni tipo di guerra, piaga della quale, noi esseri umani, non sembriamo proprio poter fare a meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.