“L’oro di Roma” di Carlo Lizzani

(Italia/Francia, 1961)

All’alba del 16 Ottobre del 1943 gli appartenenti alla Comunità Ebraica del ghetto di Roma vennero barbaramente deportati nei campi di sterminio dalle truppe nazi-fasciste che governavano la città, nonostante la stessa Comunità avesse pagato ai tedeschi un riscatto di oltre 50 chili d’oro.

Il nostro cinema – e quindi anche il nostro Paese – impiegò quasi vent’anni per raccontare pubblicamente per la prima volta l’ignobile tragedia che si consumò in uno degli angoli più antichi della nostra Capitale.

Anche se possiede delle scene davvero toccanti, a livello di sceneggiatura forse questo film non è l’opera migliore di Carlo Lizzani, ma ha il merito comunque di essere stata la prima a raccontare la deportazione degli ebrei romani.

Da far vedere a scuola, per non dimenticare.

1 pensiero su ““L’oro di Roma” di Carlo Lizzani

  1. Pingback: “Freaks Out” di Gabriele Mainetti | Valerio Tagliaferri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.