“Amici miei” di Mario Monicelli

(Italia, 1975)

Ormai è impossibile separare la parola “Zingarata” dai nomi: Lello Mascetti (Ugo Tognazzi), Rambaldo Melandri (Gastone Moschin), Giorgio Perozzi (Philippe Noiret), il Necchi (Duilio Del Prete) e il professor Sassaroli (Adolfo Celi).

A dimostrazione della grandezza e dell’immortalità del film diretto da Mario Monicelli (e ideato da Pietro Germi) nessuno può negare che il termine “Supercazzola” appartiene di fatto al nostro vocabolario.

Ispirato alle vere zingarate di Scarnicci & Tarabusi, fiorentini doc, autori di molte riviste teatrali che interpretò Ugo Tognazzi nella prima parte della sua carriera artistica, “Amici miei” oltre ad avere un cast stratosferico (non si può dimenticare Bernard Blier nel ruolo del Righi) rimane sempre un film attuale, che continua a farci ridere con la sua spietata cattiveria.

1 pensiero su ““Amici miei” di Mario Monicelli

  1. Pingback: Adolfo Celi | Valerio Tagliaferri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.