“Decamerino – Novelle dietro le quinte” di Gigi Proietti

(Rizzoli, 2015)

Sono un fan di Gigi Proietti fin da bambino, da quando i miei mi portarono a vedere il suo memorabile “A me gli occhi, please”, in quel mitico Teatro Tenda di piazza Mancini a Roma, che però il tanto compianto Onorevole Giulio Andreotti lasciò smantellare (era allora Ministro del Turismo e dello Spettacolo).

E così, in queste vacanze, mi sono regalato questo suo ultimo e breve libro fatto di poesie, idee e ricordi.

E’ un viaggio piacevole e divertente, ma anche malinconico visto che sullo sfodo c’è la città eterna che non sembra vivere un momento esaltante.

Ma forse Roma la svangherà pure questa vorta… ci sussurra all’orecchio il grande Proietti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.