“Una famiglia all’improvviso” di Alex Kurtzman

Una famiglia allimprovviso Loc

(USA, 2012)

Ci risiamo per l’ennesima volta!

Fra le pochissime tradizioni italiane che nonostante la crisi e le innovazioni tecnologiche stanno cambiando il volto al nostro Paese non muoiono mai c’è quella, famigerata, dei traduttori di titoli cinematografici.

Questa piccola ma bella pellicola avrebbe meritato un trattamento migliore visto che racconta con estrema raffinatezza ed efficacia a cosa portano le bugie e le ipocrisie che nascono e fioriscono all’interno di una famiglia, senza mai scadere nel patetico o nel melodrammatico.

Il regista Alex Kurtzman, che ha scritto il film insieme a Roberto Orci e Jody Lambert, e che assieme allo stesso Orci fa parte dello staff di J.J. Abrams  che ha realizzato le due nuove pellicole dedicate a Star Trek; di cui il protagonista è lo stesso Chris Pine che qui dimostra di avere corde d’attore inaspettate, oltre a quelle del giovane capitano Kirk.

Merita un plauso anche il contraltare femminile impersonato da una bravissima Elizabeth Banks e da un’”anziana” – e lo metto fra virgolette! – sempre bellissima e bravissima Michelle Pfeiffer.

Il titolo originale del film è “People Like Us” che richiama a ben precise emozioni (e forse allo splendido “Ordinary People” – da noi tradotto in “Gente comune” – esordio  Oscar alla regia per Robert Redford) che non c’entra un piffero con quello insulso italiano che al massimo fa pensare a una banale pellicola alla “Quasi incinta”.

Allora mi chiedo: ma i nostri “traduttori” i film se li vedono prima di sparare il titolo italico?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.