“The Goes Wrong Show” del Mischief Theatre

(UK, dal 2019)

Nel 2015 lo spettacolo “The Goes Wrong Show” scritto da Henry Lewis, Jonathan Sayer e Henry Shields che lo interpretano insieme a Bryony Corrigan, Nancy Zamit, Charlie Russell, Chris Leask e Greg Tannahill sbanca nel Regno Unito.

Il gruppo di artisti appartiene al Mischief Theatre (o The Cornley Polytechnic Drama Society), fondato nel 2008 da alcuni di studenti della London Academy of Music & Dramatic Art, che dal suo esordio ha messo in scena, con ottimi riscontri, commedie e improvvisazioni sia in Gran Bretagna, che in Europa e Asia.

Visto il successo dello spettacolo del 2015, la BBC propone al gruppo di realizzare uno speciale “in presa diretta” per il Natale del 2016 e per quello del 2017. Gli ascolti sono così rilevanti che nel 2019 la stessa BBC produce la prima serie del “The Goes Wrong Show” composta da sei episodi da trenta minuti ciascuno.

In ogni puntata viene messo in scena un genere classico dell’intrattenimento, dall’horror al film di guerra, dal courtroom al melodramma, e ogni volta lo spettacolo naufraga per clamorosi errori o contrattempi di scena. Trenta minuti di esilaranti sbagli e incidenti.

La BBC ha trasmesso la prima serie dal 23 dicembre del 2019 al 31 gennaio del 2020.

In questo periodo così drammatico il teatro sta vivendo uno dei momenti più bui della sua storia millenaria. Come di molte altre cose, tutti noi abbiamo bisogno del teatro e della sua magia che presto tornerà ad incantarci dal vivo.

Per il momento su Prime Video è disponibile l’intera prima serie di “The Goes Wrong Show” in lingua originale, con sottotitoli in italiano. Al di là dei problemi logistici che questa dannata pandemia sta creando anche al mondo del doppiaggio, in questo caso avrebbe poco senso doppiare questi brevi spettacoli che si apprezzano al meglio in originale.

Dallo scorso aprile, vista l’esplosione della pandemia, il Mischief Theatre ha messo sui social gli spettacoli ripresi con l’hashtag #GoesWrongAlong.

Il Teatro resiste e combatte con noi questa maledetta pandemia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.